White Arum: come piantare, coltivare e prendersi cura dell’arum bianco

L’arum bianco è una pianta straordinaria composta da un lungo cono bianco avvolto attorno a un pedix giallo portato da un alto fusto. Questo fiore viene coltivato sia in piena terra che in vaso, ma è particolarmente apprezzato nei bouquet. In natura cresce nelle zone paludose, il che la rende una pianta ideale intorno ai laghetti da giardino. Scopri le azioni da intraprendere con l’arum bianco per poter godere della fioritura ogni anno!

1) Dove e quando piantare l’arum bianco?

L’arum bianco è una pianta che si presenta sotto forma di bulbo. Il periodo ideale per piantarlo è l’autunno, ma è possibile piantarlo fino a maggio. Una volta piantato, l’arum bianco può misurare da 80 cm a 1 metro di altezza.

Le lampadine devono essere installate in ombra parziale e in un terreno sciolto, fresco e ricco. In vaso il terriccio deve essere di buona qualità e, se possibile, contenere un concime integrato a lenta diffusione.

Come piantare l’arum bianco?

Sul pavimento:

  • Scava il terreno in profondità e rimuove pietre ed erbacce.
  • Incorpora letame compostato.
  • Pianta il bulbo al centro della buca, seppellendolo a una profondità di 15-20 cm.
  • Distanzia ogni bulbo a 30 cm di distanza e colpisci leggermente il terreno.
  • Innaffia generosamente.
  • Il bulbo darà le prime foglie all’inizio della primavera.

Potere:

  • In un vaso di terracotta con un foro sul fondo, posizionare dei ciottoli di argilla per il drenaggio.
  • Aggiungi un terreno di qualità.
  • Posiziona il bulbo e seppelliscilo a 5-10 cm di profondità.
  • Prepara il terreno, poi annaffia
  • Metti la pianta su un portico.

È anche possibile utilizzare l’arum come pianta acquatica piantandolo sotto i 5 cm d’acqua!

Crediti: 2204574 / Pixabay

Come mantenere l’arum bianco?

Durante il periodo di crescita, è importante che il terriccio o il terriccio del giardino sia mantenuto umido. L’arum bianco richiede anche molta acqua durante il suo periodo di fioritura. Inoltre sarà necessario assumere concime liquido ogni 15 giorni quando l’arum produce le foglie, poi ogni settimana durante la fioritura in vaso o in piena terra.

In estate dopo la fioritura, rimuovere tutte le foglie appassite, interrompere l’aggiunta di fertilizzante e ridurre drasticamente le annaffiature. La pianta sarà quindi pronta per entrare in dormienza.

Se la tua pianta è in un vaso, puoi portarla fuori in estate da giugno, ma portarla dentro a settembre. Dovrà anche essere trapiantato ogni 2 anni. A parte il gelo, l’arum bianco non teme parassiti e malattie.

Fonte

Articoli correlati:

Piante velenose: 6 piante da evitare in giardino

Spathiphyllum: consigli, semina e cura del moonflower

Terreno sabbioso: 8 piante ideali per terreno sabbioso

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.