Strati: come posizionare correttamente le piante da interno?

La tecnica della stratificazione consiste nel provocare la moltiplicazione di una pianta utilizzando la pianta madre. Lo sviluppo delle radici avviene, quindi, in una parte aerea della pianta madre. Esistono diversi tipi e mezzi di livello. Solitamente questa tecnica viene utilizzata per propagare piante rampicanti e arbusti legnosi, mentre è del tutto possibile stratificare piante da interno, ma anche gomma o Pothos. Scopri con noi come posizionare correttamente le tue piante da interno!

Nello specifico, la stratificazione consiste nel ricoprire di terra un fusto per ottenere nuove radici e poi separarle dalla pianta madre. Esistono molte tecniche di stratificazione, ma le più adatte per la propagazione delle piante indoor sono la semplice stratificazione, la stratificazione dell’aria e la stratificazione del corridoio. Sta a te fare la tua scelta.

1) Livelli semplici

Quali piante per strati semplici?

La stratificazione semplice è anche chiamata strati di terra. Questa tecnica è spesso utilizzata per la propagazione delle piante steli rampicanti o striscianti, perché permette di ottenere rapidamente nuove piantine. In questa categoria troverai piante come Scandens di filodendro o il Pothos.

Come realizzare un semplice mantello?

Per realizzare gli strati semplici, avrai bisogno di due pentole.

  1. Scegli uno stelo lungo sulla pianta che vuoi stratificare. Mettilo in una pentola piena di terriccio umido. Non si tratta di tagliare, ma solo di gettare il gambo lungo in un’altra pentola. Per tenere la canna, usa una forchetta o un sassolino.
  2. Aspetta 3-4 settimane per vedere lo sviluppo delle radici, o anche fino alla comparsa dei giovani germogli.
  3. Smaltire la nuova pianta tagliando lo strato all’estremità dello stelo che collega la giovane pianta radicata alla pianta madre.

2) Strati d’aria

Quali piante per lo strato d’aria?

Lo strato d’aria richiede più tempo per l’installazione, ma è la tecnica ideale per sostituire piante danneggiate o vecchie. In questa categoria troverai piante come gomme, crotoni, dieffenbachies, ficus, filodendri, ecc.

Come creare strati d’aria?

  1. Eliminate le foglie da buona parte del gambo diritto.
  2. Taglia il fondo di un sacchetto di plastica trasparente e allungalo sopra lo stelo come un calzino. Chiudere la borsa su entrambi i lati con del nastro adesivo. Fissare il manicotto risultante sotto la parte del gambo sbucciato con del nastro adesivo.
  3. Incidere lo stelo verso l’alto per 2,5 cm di lunghezza. Su questa “ferita”, applica l’ormone radicante sulla ferita e anche un po’ di sfagno.
  4. In questo coperchio del sacchetto di plastica, riempire con schiuma bagnata. Sigillare con nastro adesivo. La schiuma deve rimanere sempre umida.
  5. Dopo uno o due mesi vedrai le prime radici. A questo punto tagliate il gambo sotto la manica. Scartare delicatamente le radici e piantare lo strato in una pentola piena di terra.

3) Strati dei corridori

Quali piante per lo strato della sala?

Come la pianta di fragola, alcune piante emettono lunghi stoloni propri, alla fine dei quali compaiono nuove piantine. Questi sono i più facili da sovrapporre! Troverai in questa categoria piante come la falange o l’episcia.

Come fare uno strato di stoloni?

La stratificazione Stol utilizza esattamente la stessa tecnica del singolo strato, tranne che qui è il giovani piantine che viene a contatto con il supporto. Ancora una volta, tutto ciò di cui hai bisogno è un secondo piatto posizionato vicino al primo. Assicurati che la giovane piantina per gli embrioni di radice si sviluppi. Quando il sistema di root si è sviluppato a sufficienza, tutto ciò che devi fare è smontare la giovane pianta dalla pianta madre tagliando il gregge.

Fonte

Articoli correlati:

5 consigli per il giardinaggio che dovresti sapere

I 5 consigli della nonna che dovresti sapere per essere un bravo giardiniere

Emulsionare il giardino: quando, come e con quale pacciame?

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.