Salvia: semina, cura e raccolta

La salvia è nota per il suo aroma ed è quindi usata per insaporire pietanze e tisane. La salvia è anche nota per le sue molteplici virtù terapeutiche, ma anche per la sua capacità di allontanare i parassiti del giardino. È anche una bella pianta decorativa che illuminerà facilmente il tuo giardino. Scopri come piantare, curare e raccogliere la salvia.

Le caratteristiche della salvia

La salvia è una pianta aromatica perenne. Fornisce molti benefici al nostro organismo, poiché è antisettico, stimola gli ormoni e facilita la digestione. Esiste anche un detto associato a questa pianta che prende il nome dal latino salvatore che significa salvatore: “Chi ha la salvia nel suo giardino non ha bisogno di un medico. »

La salvia produce fiori bianchi, blu, rosa o viola. È una pianta che misura tra i 30 ei 70 centimetri.

Crediti: Pixabay/MissXlendi

Come piantare la salvia?

La salvia è piantata terreno ben drenato ed apprezza terreni piuttosto poveri, anche alquanto calcarei. Piantare preferibilmente in un luogo soleggiato. Il periodo ideale per piantarla è tra aprile e settembre. Questa pianta si adatta a diversi ambienti: in vaso, in giardino o in aiuola.

L’intervista

Dovresti sapere che alla salvia non piacciono molto gli ambienti troppo umidi e quindi ha bisogno di a approvvigionamento idrico leggero. Assicurati di lasciare asciugare il terreno tra ogni annaffiatura. In estate o durante la stagione calda, tuttavia, sarà necessaria una maggiore fornitura d’acqua. Inoltre, dovrebbe essere effettuato il diserbo periodico e la pacciamatura sarà gradita con l’avvicinarsi delle basse temperature.

Raccolto

Come molte piante aromatiche, la salvia viene raccolta secondo necessità durante tutto l’anno. Offre il massimo sapore quando viene raccolto durante la primavera e l’estate. Raccolto a mano è preferibile quando si osserva un gran numero di foglie. Questi possono essere consumati freschi o essiccati. Per asciugare le foglie, mettile in un luogo buio e conservale in un contenitore ermetico. Prepara deliziose tisane mettendo a bagno le foglie essiccate in acqua bollente!

Articoli correlati:

Lupino: semina, fioritura e cura

Potare le ortensie: quando e come potare questi cespugli?

Fiore di cristallo o pianta di scheletro: tutto ciò che devi sapere su questo fiore raro

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.