Rose: tecniche di coltivazione per principianti

Le rose hanno la capacità di rendere meraviglioso qualsiasi giardino. La rosa affascina tanto per la sua forma, i suoi colori e il suo simbolismo quanto per la sua fragranza. Tuttavia, la sua reputazione la rende una pianta difficile da coltivare. Eppure, seguendo questi pochi suggerimenti, qualsiasi giardiniere di erbe può coltivare le proprie rose. Segui il leader.

La scelta delle varietà

Non tutte le varietà di rose sono uguali. Se sei un principiante, rivolgiti ai cespugli di rose botaniche e antiche. Sono noti per essere più resistenti e rustici. Questo perché le varietà botaniche assomigliano molto alle rose selvatiche e offrono anche deliziosi frutti commestibili in autunno. Questo è particolarmente vero con la Rosa Gallica.

Per quanto riguarda le rose antiche, pensiamo alla rosa di Damasco, alla rosa centifolia o alla rosa di gala. Sono in realtà forme ibride di rose botaniche, il che conferisce loro quella robustezza. Queste rose sembrano cespugli sciolti che sono molto facili da coltivare. Ci sono anche liane che daranno altezza al giardino.

Crediti: Crocchetta/iStock

La semina, un passo importante

Prima di piantare, c’è la preparazione. Questi passaggi sono molto importanti per la sopravvivenza delle tue rose e favoriscono un buon recupero. Prima di tutto, scegli rose a radice nuda di qualità, se possibile.

Prepara le tue piante tagliando le radici e le chiome a 30 cm. Lavorare il terreno rimuovendo erbacce e sassi che possono impedire lo sviluppo delle radici.

Fai un buco profondo 40 cm di larghezza in modo che le radici abbiano abbastanza spazio. Prepara una pralina da coprire alle radici con 1/3 di terriccio, 1/3 di terriccio ben decomposto e 1/3 di acqua piovana. Ogni pianta deve essere distanziata di almeno 80 cm l’una dall’altra e posizionata in un luogo soleggiato.

prendersi cura delle rose

Per ottenere bellissimi fiori, i trattamenti preventivi sono importanti. Devono essere organici per evitare di danneggiare la natura. Questi trattamenti limitano la diffusione delle patologie e rafforzano le piante.

Le rose sono soggette a malattie fungine come l’oidio, la ruggine o la marsonia. L’umidità è quindi il tuo nemico.

Puoi cospargere le tue rose con ortica, equiseto o letame di consolazione.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.