Rosa in vaso: come coltivarla e mantenerla perfettamente?

Chi non sogna un magnifico giardino con cespugli di rose in abbondanza che decorano i dintorni della casa? Sfortunatamente, non tutti noi abbiamo la fortuna di avere un giardino. Ma questo non significa che dobbiamo privarci delle rose! È del tutto possibile coltivare il cespuglio di rose in una pentola che adornerà magnificamente una terrazza o un balcone. Basta conoscere i gesti buoni per coltivarlo, perché il rosaio richiede alcuni fattori per fiorire bene. Presto potrai goderti la bellezza delle rose e la loro squisita fragranza. Scopri tutti i nostri consigli per coltivare e mantenere un cespuglio di rose in vaso.

Scegliere il giusto tipo di rosa

La scelta della varietà Roser Dipenderà dal luogo che hai da offrire, ma anche dalla regione in cui ti trovi. Il taglio La prova dovrebbe essere abbastanza ampia, ma in ogni caso evitate di scegliere una rosa rampicante dal forte sviluppo, in quanto occuperà molto spazio ed è destinata ad essere coltivata in piena terra. Le rose in miniatura o le rose tappezzanti sono varietà più adatte balcone o qualsiasi altro piccolo spazio. Se preferisci una rosa folta, assicurati di avere un test molto approfondito. Il profondità È importante per lo sviluppo delle piante.

Pianta il cespuglio di rose in un vaso:

  • Prendi il cespuglio di rose di tua scelta in un contenitore in modo da poterlo piantare tutto l’anno. Se preferisci le rose a zolla o a radice nuda, la semina avverrà solo a novembre.
  • Immergere le radici del cespuglio di rose in una vasca d’acqua a temperatura ambiente.
  • Procuratevi un grande vaso di terracotta (per una migliore ossigenazione) con una profondità minima di 40 cm e forato nella parte inferiore.
  • Aggiungi un buon strato (circa 5 cm) di ciottoli di argilla o ghiaia sul fondo della pentola per favorire il drenaggio.
  • Riempi il vaso per un terzo di terriccio con un fertilizzante a lenta cessione integrato.
  • Metti il ​​cespuglio di rose al centro della pentola. Per le rose a radice nuda, dovrai prima potare e potare le radici.
  • Riempi con il resto del terriccio nel vaso, facendo in modo che il punto di innesto del cespuglio di rose coincida con la superficie del vaso. Non dovrebbe essere sepolto.
  • Copri la terra con le tue mani.
  • L’acqua poi aggiunge un pacciame (di corteccia di pino per esempio).
  • Metti la pentola in un luogo soleggiato e ben illuminato.
Crediti: Bluesnap/Pixabay

Come mantenere il cespuglio di rose in vaso?

Irrigazione: annaffia regolarmente la rosa in vaso in modo che il terreno sia sempre fresco e leggermente umido. Ma attenzione, non ci deve essere acqua in eccesso e mai stagnante nella ciotola! In effetti, questo rischia di soffocare le radici. Inoltre, mira bene al piede quando innaffi ed evita di toccare il fogliame il più possibile. Le foglie bagnate attirano le malattie fungine.

Fertilizzante: in primavera aggiungere concime «special rose» ogni 15 giorni circa.

Taglio: sarai in grado di mettere in vaso il cespuglio di rose a febbraio o marzo. Taglia i fiori appassiti sopra un occhio che spunta all’ascella della prima foglia. Pertanto, ti sarà promessa una nuova crescita.

Malattie: In caso di attacco di afidi, ecco alcuni metodi naturali per sbarazzarsene. Puoi anche prevenire le malattie trattando con la miscela bordolese.

Fonte

Articoli correlati:

Rose: come e quando potare in base alla loro varietà?

Roser: 10 consigli 100% naturali per avere belle rose

Roser: tutto quello che devi sapere per piantarlo

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.