Rosa ibrida: la tecnica per creare una nuova varietà di rosa!

Ti piace affrontare le sfide? La sfida non ti spaventa? Cosa accadrebbe se intraprendessi esperienze di giardinaggio (quasi magiche)? Da quello che la natura ci offre, è possibile intervenire per creare cose belle. Se sei già un fan delle rose, perché non provare a creare una nuova varietà tutta tua? Certo, l’incrocio dei fiori non è sempre una scienza esatta, ma se ti piacciono le sorprese, sarai più che felice, perché il risultato può davvero sorprenderti. Per creare una nuova varietà di rose, hai bisogno di una certa conoscenza. Ma imparando il più possibile sulla tecnica, la possibilità di avere buoni risultati sarà solo migliore. Ecco la tecnica per creare una nuova varietà di rose!

1) Scegli la pianta “madre” e “padre”.

Generalmente si sceglie la “pianta madre” per la qualità della sua robustezza. La pianta madre, infatti, è quella che darà i semi della nuova varietà di rosa. La sua resistenza alle malattie, la sua robustezza e la sua capacità di far fronte a diverse condizioni meteorologiche devono essere al massimo e al massimo. Per quanto riguarda la rosa “genitore”, generalmente viene scelta per determinare l’estetica e lo stile della futura rosa. Agirà su fattori come colore, odore e forma futura.

2) Come creare una nuova varietà di rosa: la tecnica

Per creare una rosa ibrida, avrai bisogno di:

  • Una pirofila svasata
  • piccole cesoie da giardino
  • filato di lana colorato
  • Un pennello sottile
  • un cono di carta

Periodo per effettuare l’ibridazione: in primavera.

La tecnica:

  • Raggiunge la pianta madre già in fiore.
  • Quindi, scegli un fiore spalancato e rimuovi tutti i petali per pulire il cuore.
  • Per precauzione, taglia gli stami con delle piccole forbici in modo che la rosa non si autoimpollina.
  • Prendete il piede del padre per scegliere la più bella delle rose e tagliate anche gli stami prima che siano maturi.
  • Metti gli stami della pianta madre in una padella svasata.
  • Lasciate in ammollo per qualche giorno fino a quando il polline non verrà rilasciato sui lati dello stampo.
  • Poi arriva il passaggio più delicato. Con il pennello fine prelevate il polline dalle pareti per metterle a diretto contatto con gli stimmi della rosa precedentemente preparati sulla pianta madre.
  • Terminate coprendo il tutto con il cono di carta.

Quando vedrò i risultati?

La massima qualità del giardiniere non è altro che la pazienza. Dovremo aspettare qualche mese prima che il cinorrodo maturi e vada a seme. Allora sarà il momento di vincere. Preparare piccoli vasi con un buon drenaggio (sassi di argilla sul fondo) e un leggero substrato di terra e sabbia. Quindi semina i semi.

Quando tutto il rischio di gelo è passato, posiziona le pentole all’esterno. Ad aprile dovresti vedere le prime piantine molto piccole. Trapianta queste piantine in vaso individualmente o direttamente nel terreno. A volte vedrai apparire il primo fiore lo stesso anno, ma questo è abbastanza raro. In effetti, dovremo aspettare fino all’anno successivo per goderci finalmente tutto questo lavoro!

crediti: hansbenn / Pixabay

Fonte

Articoli correlati:

Ortensia: come mantenere le ortensie blu?

10 consigli per mantenere i tuoi fiori più a lungo

I 5 consigli della nonna che dovresti sapere per essere un bravo giardiniere

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.