Rabarbaro gigante: semina e manutenzione del tiratore

Se vuoi adottare uno stile tropicale e originale in giardino, la gunnère è la pianta ideale. Le sue grandi foglie verdi decorano magnificamente un letto e le sue dimensioni a volte impressionanti possono riempire lo spazio in un batter d’occhio! Vedremo subito come adottare questa pianta che viene anche chiamata rabarbaro gigante o artigliere brasiliano.

Le zone migliori in cui piantare gunnera manicata

Questa pianta originario del Sudamerica – Brasile e Colombia principalmente – ama i climi morbido e temperato e suoli a tendenza umida. è ad esempio molto adatto vicino alle piscine e altri punti d’acqua.

Se vivi in ​​una regione mediterranea, avrai un po’ più di difficoltà a coltivarlo. In ogni caso, ne hai bisogno garantire un pavimento fresco. Contrariamente a quanto potrebbe suggerire il nome rabarbaro gigante, non è commestibile.

Per quanto riguarda le dimensioni, riservate a questa pianta un posto a scelta: in età adulta non è raro che arrivi. Da 2 a 5 metri di altezza e quindi di larghezza… E per quanto riguarda le foglie, anche la loro dimensione è abbastanza importante. Le canne da artigliere lo sono piccanteSi prega di notare se avete bambini piccoli o animali in giardino.

Credito: iStock/Christina Prinn

Pianta e annaffia la gunnère

I mesi migliori per piantare un rabarbaro gigante sono Da marzo a giugnose possibile in un unico luogo ombreggiatura nelle ore più calde della giornata. Per preservare le foglie ed evitare che si spezzino, scegli anche un posto ripararsi dal vento. Queste sono le condizioni migliori per svilupparsi.

Uno irrigazione regolare è necessario per il gunnero, soprattutto se si vive in una zona dove le estati sono particolarmente calde. in primavera nel composto si può fare per consentire nuove foglie sviluppare.

Altrimenti, questa pianta non è molto soggetta a malattie. Non necessita di particolari manutenzioni, a parte buona protezione contro gelatine in inverno. Ad esempio, puoi tagliare le foglie (alla base) che saranno ai piedi. Tuttavia, non dimenticare di rimuovere questa protezione quando torna il bel tempo lascia respirare il piede e aiutalo a svilupparsi in primavera.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.