Piante da interno: 5 errori da evitare per piante sane

Un po’ di verde nel camino illumina e crea un’atmosfera fresca. Tuttavia, le piante sono spesso di breve durata quando non hai il pollice verde. Certo, ci sono piante che sono molto più facili da mantenere rispetto ad altre, ma conoscere i gesti giusti può salvarti… o meglio salvare le tue piante. Per porre fine all’eterno cactus in camera da letto, ecco 5 errori delle piante d’appartamento da evitare. La casetta dell’orto è tua! E così lo spirito della foresta è in sintonia con i tempi.

Errore n. 1: non scuotere mai le piante

È fondamentale pulire la polvere accumulata sulle foglie delle vostre piante. È attraverso di loro che avviene la fotosintesi. Le foglie sporche faranno appassire la pianta e alla fine morirà. Fortunatamente, esiste una tecnica naturale se non vuoi sovraccaricarti. Portali fuori sotto la pioggia nei giorni con temperature miti. Ma attenzione, mai quando fa freddo! L’acqua piovana pulirà delicatamente le foglie e la pianta con acqua alla giusta temperatura. Se non piove o fa troppo freddo, passa un panno umido su ogni foglia. L’acqua deve essere tiepida e puoi aggiungere del bicarbonato di sodio che spolvererà e rimuoverà le impurità causate dalla contaminazione.

Errore #2: annaffiare con acqua fredda

Le piante generalmente non amano lo shock termico. L’ideale sarebbe annaffiarli con acqua piovana. In caso contrario, verificare che l’acqua del rubinetto sia a temperatura ambiente. Piccolo consiglio: riempi l’annaffiatoio qualche ora prima di annaffiare le piante. Prestare attenzione anche alle regioni con un’alta concentrazione di calcare nell’acqua.

Errore 3: troppa acqua

Questo è l’errore più comune e una delle principali cause di morte delle piante d’appartamento. È vero che le piante hanno bisogno di acqua per vivere, ma non dovresti essere troppo pesante con l’annaffiatoio! Non solo rischi di affogare le radici, ma rischi anche di affogare la pianta. Inoltre, l’acqua in eccesso fa marcire le piante. Per annaffiare al momento giusto, fidati del terreno. Se è fresco e umido, l’irrigazione non è necessaria. Se invece si asciuga in superficie, è un buon momento per idratarla. È anche importante preparare bene il drenaggio mettendo delle palline di argilla sul fondo della pentola.

Crediti: TheVirtualDenise/Pixabay

Errore 4: Sole diretto

Sì, le piante hanno bisogno di luce per prosperare, fa parte della fotosintesi. D’altra parte, proprio come la tua pelle, temono i raggi del sole che possono bruciarli. Alcune piante preferiscono anche l’ombra parziale. Dietro una finestra, pensa ad esempio a una tenda oscurante.

Errore 5: Posizionali vicino a un termosifone

Anche per le piante non resistenti, il radiatore dovrebbe essere evitato! Inoltre, la maggior parte delle piante d’appartamento sono tropicali, quindi non tollerano l’aria troppo secca. Hanno bisogno di alta umidità. E infine, l’ultimo motivo per evitarlo è che l’aria troppo secca e troppo calda favorisce i ragni. rosso !

Fonte

Articoli correlati:

Succulente: come salvare una pianta troppo annaffiata?

Terrario: 10 passaggi essenziali per un angolo della natura di successo

Cactus: come farlo fiorire?

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.