Pesce d’argento: come sbarazzarsi di questo insetto invasivo?

I pesci d’argento sono un insetto che apprezza i luoghi caldi e umidi. Potresti averlo già visto in bagno o anche in cucina. Questo piccolo insetto non rappresenta un pericolo per l’uomo o gli animali domestici. È solo un parassita che di solito attraversa la casa. Ecco alcuni consigli per superarlo.

Le caratteristiche del pesce d’argento

Il pesce d’argento è senza ali e lungo circa 1,5 centimetri. Si riconosce per il suo corpo ricoperto di squame argentate, oltre che per le sue due antenne anteriori. può vivere 3 anni non ha predatori naturali. Tuttavia, non c’è sovrappopolazione di pesci d’argento, poiché la femmina di solito depone circa 20 uova.

Questo insetto proviene dalle regioni tropicali dove vive solitamente sotto le foglie morte. Nelle case si può trovare in luoghi umidi, come il bagno, o in luoghi caldi, come la cucina o la lavanderia. Più in generale, ti piace luoghi ricchi di umidità superiore a 25 gradi. Di giorno si nasconde dietro i piedistalli dalle cui pareti emerge dopo il tramonto.

Il suo cibo principale è costituito da cellulosa di carta e quindi può devastare le biblioteche. Nelle case si nutre anche di muffe, polvere, pelo e persino pelo. Niente paura però, non c’è alcun legame tra la pulizia della stanza e la presenza di pesciolini d’argento.

Credito: Leonid Eremeychuk / iStock

Metti fine alla presenza del pesce d’argento

I pesci d’argento non rappresentano un pericolo per l’uomo o per gli animali, ma la loro presenza può danneggiare alcuni oggetti che hai in casa, in particolare i libri. La prima azione da intraprendere per rimuovere il pesce argentato è farlo si svuota regolarmente. L’aspirazione rimuoverà le potenziali uova, così come la polvere che le nutre. Si consiglia inoltre la pulizia di mobili, lavelli e lavelli, nonché la manutenzione degli elettrodomestici.

Può anche essere effettuato trappole. Ecco un esempio: prendi un vasetto di yogurt in vetro e fai due chiacchiere. Coprire la pentola con quest’ultimo e avere un cibo dolce o zucchero a velo all’interno della pentola. Così l’insetto entrerà nel piatto grazie al materiale grezzo del discorso, ma non potrà uscire a causa della superficie troppo scivolosa del vetro. Se ci sono pesci d’argento nei battiscopa, è possibile utilizzare farina fossile che asciugherà l’insetto.

Articoli correlati:

Cicala: tutto quello che c’è da sapere su questo animale da giardino

Lombrichi: tutto quello che c’è da sapere sull’alleato di questo giardiniere

I legumi rossi nei polli, un vero flagello per gli allevatori!

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.