Pesca: come avere belle pesche nel tuo giardino

Il pesco è un albero da frutto che misura tra i 4 ei 5 metri di altezza. Predilige i climi caldi anche se si adatta molto facilmente ad altre regioni. In primavera la sua fioritura è splendida e in estate delizia i golosi con le sue deliziose pesche che ricordano l’estate, il caldo, l’allegria e hanno quel sapore dolce in bocca. Pesche bianche, pesche gialle, nettarine o nettarine, non hai molta scelta! E per piccole aree, considera gli alberi da frutto nani!

1) Dove e quando piantare la tua pesca?

Il pesco si pianta in autunno o in primavera da marzo a giugno. Si consiglia di piantarlo in un luogo soleggiato e protetto dal vento. Assicurati di avere un terreno leggero, profondo, ben drenato e privo di calcare. Temono i terreni troppo umidi e impermeabili. Il pesco necessita di luce, va esposto al pieno sole e, soprattutto, protetto dal gelo. Consegnato a radice nuda, si consiglia di piantarlo in 8 giorni. Le varietà di pesche sono autofertili.

Crediti: u11116 / Pixabay

2) Come piantare una pesca?

  • Scavare una buca quadrata di circa 70 cm di larghezza e 70 cm di profondità. Un foro quadrato ti permetterà di evitare che le radici si aggroviglino. Allenta bene il terreno.
  • Taglia l’estremità della radice dell’albero da frutto. Rimuovi i rami che si trovano all’interno e taglia i rami più grandi di un terzo.
  • Prendi il composto o il composto che hai mescolato con la terra, quindi riempi il buco a metà, cioè da 1 a 2 pale.
  • Metti l’albero nella buca. Il collo dovrebbe essere a livello del suolo. Metti del terreno fine a livello delle radici. Attenzione ai buchi d’aria!
  • Imballare ai piedi dell’albero, formando una ciotola.
  • Innaffia abbondantemente.
  • Non dimenticare di pacciamare in primavera.

3) Dimensioni e mantenimento del pesco

È importante potare il pesco a fine inverno.

  • Per la taglia di allenamento : Diradare il fogliame dell’albero mantenendo un portamento armonioso ed equilibrato. Rimuovi i rami che si incrociano all’interno della corona o si deformano.
  • Per pezzatura a frutto : Rimuovere i rami incarniti morti e danneggiati dall’albero. Tagliare le estremità, avendo cura di lasciare almeno tre occhi. Potare sopra un germoglio rivolto verso l’esterno.
  • Potatura dopo la fruttificazione : Ancora una volta, rimuovere il legno morto e la frutta vecchia. Taglia tutto in modo uniforme.
Pesche
Crediti: punch_ra / Pixabay

Per la manutenzione ogni stagione:

  • Inverno : Fornire un trattamento antiafide e acari e applicare un trattamento preventivo con miscela bordolese per prevenire lo sviluppo di malattie delle vesciche.
  • Primavera : Utilizzare un fertilizzante speciale per alberi da frutto attorno al tronco.
  • Estate Indicazioni: Diluire, lasciando in media una pesca ogni 15 cm di lunghezza del ramo. Pota i germogli fruttiferi a 5 foglie sopra le pesche. Acqua.
  • Cade : Portare un emendamento per il compost organico.

4) Quando raccogliere le pesche?

Le pesche vengono raccolte in estate. Tuttavia, a seconda della varietà, questo periodo può estendersi da giugno a settembre. Ad esempio, la Primavera si vendemmia a fine giugno mentre la Michelini si vendemmia a fine agosto e inizio settembre.

Pesche
Crediti: jmoon77 / Pixabay

Fonti : Truffaut, Rustica, Gardener-Malin, Meillandrichardier

Articoli correlati:

Pomodoro: come piantarlo con successo

Patata: tutti i consigli per una semina di successo

Roser: tutto quello che devi sapere per piantarlo

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.