Patata: tutti i consigli per una semina di successo

Indispensabile tutto l’anno, la patata si può mangiare in mille modi: fritta, al vapore, saltata, al forno, patate… Oltre ad essere economica, la patata è un tubero commestibile di facile coltivazione. La sua raccolta anticipata, la buona resa e il lungo periodo di conservazione la rendono un alleato perfetto per iniziare il giardinaggio. E con i nostri consigli, piantare patate non sarà un segreto per te!

1. Quali patate piantare?

La varietà di patate scelta è importante, perché non tutte vengono piantate non allo stesso tempo. Patate varietà tardiva (Ratte, Juliette, Blue Artois…) si piantano da fine marzo a metà aprile mentre una patata di varietà precoce (Amandine, Apollo, Sirtema) sarà da fine marzo a inizio maggio.

Anche la patata viene scelta in base alla sua piaceri ! Le varietà di carne soda (Amandine, Ratte) sono perfette in insalata, le varietà di carne tenera (Maestrale, Monalisa) gratinate o in purea e le varietà di carne farinosa (Désirée, Blondy) sono ideali per le zuppe.

Non dimenticare le varietà vecchio (Bleue de Artois, Rose de France) che, grazie alla loro polpa blu, viola o rossa, danno un effetto divertente ai tuoi stuzzichini sotto forma di patate!

Due. Quando piantare le patate?

Il periodo ideale per piantare patate è da da metà marzo a metà maggio, e deve essere adattato a seconda delle regioni. Una pietra miliare tradizionale è affidarsi al lillà in fiore.

  • Nel sud della Spagna e sulla costa atlantica, può essere piantata da metà marzo.
  • In altre regioni è meglio aspettare i primi di aprile.

Le patate devono essere germinato. Puoi acquistare piante già germogliate o far germogliare le piante già a gennaio mettendole sugli scaffali in una stanza calda e luminosa.

3. piantare patate

Eliminato il rischio gelo:

  • Metti un tubero ogni 40-10 cm di profondità.
  • Distanziate le file a 70 cm l’una dall’altra, la pianta è posizionata verticalmente, germinando verso l’alto.
  • Si copre con pochi centimetri di terriccio senza sminuzzare troppo.
  • Quindici giorni dopo, riempi il buco fino in superficie, senza toccarlo ancora troppo.

Il piccolo extra: Accompagna il raccolto di patate con lino, cosmo, assenza, aglio… per allontanare coleotteri e nematodi affezionati.

Quattro. Irrigazione

L’irrigazione sarà necessaria solo in caso di primavera molto secca, i tuberi sono organi di riserva autosufficienti. Prestare particolare attenzione a non bagnare il fogliame, che sarebbe favorevole a malattie fungine.

5. Raccolto

Per la raccolta contare due o tre mesi dopo la semina per le varietà precoci e quattro o cinque mesi per quelle destinate alla conservazione.

Fonti: aujardin, rustica, gammvert

Articoli correlati:

Quale varietà di patate dovresti scegliere per il tuo piatto?

9 modi per usare la buccia delle patate. Non vorrai buttarli via!

Come coltivare una rosa recisa con una patata

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.