Orchidea Phalaenopsis: consigli, manutenzione, trapianto e fioritura

L’orchidea è una delle piante d’appartamento più popolari. In Spagna, è raramente piantato all’aperto, poiché non è una pianta rustica. Esistono diverse varietà di orchidee, ma la più comune è la phalaenopsis che viene venduta nella maggior parte dei negozi. Viene anche chiamata “orchidea farfalla” per i suoi fiori belli e aggraziati. L’orchidea ti darà una fioritura ogni anno con poca manutenzione! Farlo rifiorire è la parte difficile, ma armato di alcune tecniche, questo passaggio sarà molto più semplice. Ecco i nostri consigli per mantenere, vincere e far rifiorire un’orchidea phalaenopsis.

Dove posizionare l’orchidea phalaenopsis?

La posizione dell’orchidea deve essere scelta con attenzione, poiché svolge un ruolo chiave nel suo sviluppo. Avido di luce, necessita di un punto prominente vicino alla finestra, altrimenti avrà difficoltà a fiorire. Attenzione però, i raggi del sole non devono essere diretti con il rischio di bruciare la pianta. La temperatura ideale per la sua prosperità è tra 18 e 21°C. È quindi possibile portare fuori la pianta in estate sul davanzale, sul balcone o anche sul terrazzo. Ancora una volta, evitare la luce solare diretta.

L’orchidea apprezza i terreni calcarei, ma attenzione, in vaso, il terreno deve essere ben drenato. L’acqua non deve mai ristagnare nella pentola. La stanza dovrebbe essere ben ventilata, ma evitare correnti d’aria. Non posizionare mai l’orchidea vicino al cesto di frutta o verdura. Alcune piante, come le mele, producono un gas chiamato etilene, che provoca la caduta dei germogli di orchidea.

innaffiare l’orchidea

Di origine tropicale, l’orchidea ama l’umidità. Per mantenere un’umidità costante, riempi un flacone spray con acqua non calcarea e nebulizza leggermente le foglie quando appaiono secche. Innaffialo regolarmente, ma senza acqua in eccesso ! Non affogare le radici con il rischio di vederle marcire. È meglio mantenere il terreno sempre leggermente umido. Questo corrisponde a Da 2 a 3 annaffiature a settimana in primavera e in estate e circa due volte al mese in inverno. Se l’acqua del rubinetto è troppo dura, utilizzare acqua piovana o acqua minerale. Se stai andando in vacanza, ci sono diverse tecniche per mantenere le tue piante innaffiate mentre sei via.

porta un’orchidea

Dopo una magnifica fioritura, siamo molto tristi quando i fiori iniziano a sbiadire. Ma niente panico, se la tua pianta è fiorita una volta, ci sono buone probabilità che fiorisca ogni anno! L’orchidea di solito fiorisce di nuovo due mesi dopo. Se no, ci sono consigli per fiorire rapidamente la tua orchidea

Per prima cosa, taglia sopra il secondo occhio lo stelo i cui fiori sono sbiaditi. Questo passaggio è valido dopo una prima fioritura. Se sei già al secondo, devi tagliare il gambo molto corto. Questo passaggio deve essere ripetuto mentre l’orchidea cresce.

Crediti: ulleo / Pixabay

trapiantare un’orchidea

Se vuoi mantenere la tua orchidea il più a lungo possibile, il trapianto è essenziale. Il trapianto viene effettuato ogni due o tre anni. Scegli un vaso adatto alle dimensioni della pianta: né troppo grande né troppo piccolo. Ad ogni trapianto, il diametro dovrebbe essere leggermente più grande. Scegli un terriccio “orchidea speciale” che puoi trovare facilmente nei negozi specializzati. Rimuovere delicatamente la pianta dal vaso e utilizzando una lama di rasoio tagliata radici marce o danneggiate (questo è valido per steli o fiori scoloriti). Quindi riempire il vaso a metà con terriccio, posizionare l’orchidea al centro e rabboccare di nuovo con terriccio. Coprire leggermente con le dita. Con uno spruzzatore, inumidisci la pianta senza annaffiarla per 3-4 giorni. Quindi annaffia regolarmente. Ci vorrà circa una settimana prima che la pianta metta radici. Ricorda che un’orchidea deve essere picchettata per tutta la sua vita.

Lo sapevate? : Le orchidee attirano gli impollinatori con il loro profumo, ma anche con la loro forma e i loro colori. Di conseguenza, alcune orchidee riproducono persino i colori di un’ape sul petalo inferiore! Inoltre, dà l’impressione che un insetto sia atterrato sul tuo fiore.

Fonti: Giardinaggio intelligente, Gammvert, Rustica

Articoli correlati:

Avocado: coltivazione di un albero di avocado con il suo pozzo

Roser: 10 consigli 100% naturali per avere belle rose

Tulipani: semina e cura

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.