Orchidea: come farla durare?

L’orchidea è sicuramente la pianta che più troviamo nei soggiorni degli appartamenti. Spesso le fa un regalo poiché il suo splendore può sorprendere più di uno. Quando si parla di orchidee, si parla solitamente della phalaenopsis, la varietà più diffusa. Ma quando non hai il pollice verde, a volte non dura a lungo. Tuttavia, non richiede tante attenzioni, ma alcuni buoni gesti gli permetteranno di vivere più a lungo. E soprattutto, non dovresti mai perdere la speranza nella prossima fioritura. Ecco tutti i nostri consigli per far durare più a lungo la tua orchidea phalaenopsis!

1) La posizione e l’ambiente dell’orchidea

Al fiorista o al garden center, le orchidee che troverai sono specie ibride appositamente adattate per crescere in un appartamento. Pertanto, queste orchidee phalaenopsis resistono a temperature “normali”, ma assolutamente non il freddo. Se in inverno è inferiore a 15 °C nel tuo appartamento (non te lo auguriamo), l’orchidea non sopravviverà. Idealmente, non dovrebbe scendere sotto i 18 °C.

Ma questo non è tutto! Avvertimento nelle bozze ! Se vuoi ventilare la stanza aprendo una finestra, fai attenzione a spostare l’orchidea in modo che non sia nel mezzo di questa tempesta. Il minimo sbalzo di temperatura può avere gravi conseguenze.

In estate, se hai la fortuna di avere un giardino o una terrazza, porta fuori le tue orchidee e mettile all’ombra. Tuttavia, montarliperché alle lumache e alle lumache piacciono molto!

2) Quale esposizione per la mia orchidea?

L’esposizione della tua pianta è uno dei criteri più importanti per la sua sopravvivenza. L’orchidea ha bisogno molta luce, ma nessun sole diretto ! È meglio posizionarlo vicino a una finestra con una tenda che consenta una luce fioca. Non spostare mai la tua orchidea, se l’esposizione ti soddisfa, dovrebbe rimanere dov’è. Una buona luce è la garanzia di avere a nuova fioritura ogni anno!

3) Innaffia la mia orchidea: come faccio?

Se piace all’orchidea leggero umiditàteme molto eccesso di acqua ! Non avere una mano pesante nell’acqua di irrigazione.

Innaffia la tua orchidea una volta alla settimana sopra il lavandino, lasciando che l’acqua penetri dentro. Questo ti permetterà di trovare la giusta dose. Ma attenzione, non dovresti mairesto sul piatto! Proprietà non dovrebbe mai annegare. Per un ambiente umido, puoi mettere la pentola sulla ghiaia e annaffiarla.

Crediti: Pezibear / Pixabay

4) È necessario il fertilizzante?

L’orchidea è avida e ha bisogno di nutrirsi. Da indossare fertilizzante speciale per piante verdi ogni 15 giorni, ma solo metà della dose indicata sulla confezione!

5) Quando dovrei trapiantare la mia orchidea?

L’orchidea ha radici aeree. Dovrebbe essere posizionato in una pentola su un substrato composto daCorteccia di pinoda torba e di palle di fango. Tuttavia, questi materiali si deteriorano nel corso dei mesi principalmente a causa del fertilizzante. Pertanto, è consigliabile trapiantare l’orchidea ogni due anni.

Fonte

Articoli correlati:

10 piante incredibili per il tuo bagno

L’elleboro, la rosa di Natale: consigli per la semina e la manutenzione

Fiori profumati: 10 fragranze naturali per una casa che profuma di buono

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.