Olive nere: come prepararle dopo la raccolta?

Le olive nere appena raccolte dall’albero sono generalmente molto amare. Di conseguenza, è necessario saperli lavorare prima di provarli. Ci vogliono diversi passaggi, ma ne vale la pena! Le olive possono essere consumate da sole come antipasto o cotte per esaltare i migliori piatti. Si trasformano anche in olio. Ecco come preparare le olive nere dopo la raccolta.

1) amarezza

Come abbiamo spiegato prima, le olive appena mature sono piuttosto amare. Naturalmente, le olive nere sono meno amare delle olive verdi, il che è del tutto normale poiché sono semplicemente olive verdi più mature. Per raccogliere le olive, tutto ciò che devi fare è posizionare un telo sotto l’albero e scuotere i rami in modo che possano cadere. Una volta classificati e lavati, si procede all’addebito.

Esistono diversi metodi per decantare le olive, ma noi consigliamo questo: mettere a bagno le olive in un grande contenitore pieno d’acqua. Il contenitore non deve essere metallico con il rischio di vedere come si ossidano le olive. lascialo in ammollo Da 7 a 10 giorni assaggiando le olive per vedere se il livello di amarezza gli si addice.

Altro metodo: è possibile congelare le olive per togliere l’amaro. Ma con questa tecnica dovrete raccogliere le olive dopo le prime gelate se avete intenzione di fare l’olio per evitare che diventi acre.

altri usano tecnica del legno di frassino per togliere l’amaro alle olive. Le ceneri contengono sali alcalini solubili composti da soda e potassio. Mescolare con acqua e immergere le olive nere. Questo composto dovrà essere mescolato ogni 1 o 2 giorni con un cucchiaio di legno per una settimana. Successivamente sarà necessario risciacquare più volte mettendo a bagno le olive in acqua limpida per diversi giorni. Un’altra alternativa è semplicemente far bollire le olive nella miscela di acqua e cenere. Quindi fai lo stesso filtraggio.

Crediti: jackmac34 / Pixabay

2) La conservazione delle olive nere

Un primo metodo di conservazione è la salamoia. Dopo aver decantato, preparare una pentola con acqua e sale grosso (100 g di sale per 1 litro d’acqua). Porta tutto a bollore. Aggiungi le erbe aromatiche a tua scelta (timo, alloro, ecc.) a questa acqua salata. Lasciate raffreddare. Nel frattempo mettete le olive in barattoli sterili e a chiusura ermetica. Versare la salamoia fredda nelle lattine. Puoi assaggiare le tue olive in due o tre settimane. Fare attenzione a mantenere la concentrazione di sale dopo questo tempo! Sciacquare inoltre le olive prima di consumarle.

Un secondo metodo di conservazione è con l’olio. Per fare questo, bucherellare le olive e ricoprirle di sale. Lasciare macerare tra 7 e 10 giorni. Mondate le olive e mettetele in barattoli sterili e a chiusura ermetica. Aggiungere l’olio d’oliva e le erbe aromatiche a scelta (timo, chiodi di garofano, ecc.). Le olive saranno consumabili dopo due mesi di marinatura!

Fonte

Articoli correlati:

Olivo in vaso: come piantare e mantenere un olivo in vaso?

Cenere di legno: la cenere fa bene alle piante?

Il sapone nero per curare il tuo giardino in modo ecologico e naturale

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.