Mela: semina, potatura, manutenzione e raccolta

Il melo è l’albero da frutto più conosciuto, il più diffuso nei giardini e il più apprezzato per i suoi frutti. Inoltre, grazie ad esso, è possibile avere mele di stagione da luglio a ottobre a seconda della varietà, anche se ora le possiamo trovare tutto l’anno. Molti frutteti sono pieni di meli, perché crescono facilmente in tutta la Spagna, anche se hanno un po’ paura del caldo. Il melo ha naturalmente una bella corona arrotondata. Questo si estende un po’ con l’età e può raggiungere in seguito più di 10 m. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla coltivazione dei meli.

Quando e come coltivare il melo?

Il melo viene solitamente piantato in autunno in modo che possa farlo attecchire in inverno. Si può comunque piantare in primavera quando non c’è più il rischio di gelate e durante l’estate, tranne nelle giornate molto calde. Il sole è essenziale per il melo affinché i frutti crescano e i fiori escano. Inoltre, è preferibile piantarlo nel terreno drenante e necessita di annaffiature regolari per due anni dopo la semina.

Per avere mele, devi almeno piantare due meli. In realtà, il melo non lo è autofertile. Tuttavia, se lo spazio del giardino è davvero un problema, ci sono ancora meli autofertili. Quindi il tuo melo non avrà bisogno di essere impollinato da un altro melo per dare frutti.

Come mantenere un melo?

La potatura delle mele è un passaggio importante. La taglia è davvero essenziale per stimolare l’aspetto delle mele. Sarà quindi necessario effettuare una potatura fruttifera a fine inverno al di fuori dei periodi di gelo. Inoltre, usa fertilizzante per alberi da frutto per migliorare la produttività dei frutti dell’albero. Si consiglia di interrare un fertilizzante sotto forma di granuli.

Credito: Jules_Kitano / iStock

Potenziali malattie della mela

Gli alberi da frutto come i meli sono spesso colpiti funghi. La malattia più nota è la corteccia di melo, che attacca l’albero prima che il frutto venga raccolto. La presenza della malattia si nota quando le mele hanno un colore diverso. Se compare in quel momento, non ci sono problemi per il raccolto. Invece, se la corteccia è presente all’inizio della stagione, l’albero dovrebbe essere trattato e non diffuso ad altri alberi da frutto. Raccogli bene le foglie morte alla fine della stagione e considera la possibilità di distruggerle per evitare la formazione di croste nel resto del giardino. Fortunatamente un trattamento preventivo a base di letame di ortica o poltiglia bordolese può prevenirne la comparsa. Le mele possono anche essere colpite da marciume o monilia. In questo caso il trattamento è simile a quello della corteccia.

conservazione delle mele

Le mele si conservano abbastanza bene in inverno in cassette di legno in un luogo asciutto, ventilato e buio. La corretta temperatura di conservazione è compresa tra 5 e 10 °C. Se prendi il frutto caduto a terra, dovrebbe essere mangiato in fretta, perché la caduta lo ha indebolito e non durerà a lungo.

Articoli correlati:

Nespres: piantare, curare e raccogliere le nespole

Mirabellier: come avere delle belle prugne mirabelle nel tuo giardino

Agrumi: noccioli di scrofa di arancia, limone e altri frutti acidi

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.