Maggiorana: tutto quello che c’è da sapere su semina, semina, coltivazione e manutenzione

La maggiorana (Origanum majorana) è spesso confusa con l’origano. Sebbene queste due erbe aromatiche appartengano alla stessa famiglia, il sapore della maggiorana è molto più delicato. Pertanto, è ampiamente utilizzato in cucina per aromatizzare sottilmente molti piatti. Le sue foglie verdastre e pelose sono sorprendenti al tatto ei suoi fiori bianchi o malva sono circondati da brattee a forma di spiga. Viene anche usato per produrre olio essenziale. Questo contiene molte virtù in particolare contro l’ansia o il dolore muscolare. Poco resistente, è piuttosto coltivata come pianta annuale. Per sapere tutto sulla coltivazione della maggiorana, segui la guida!

Come coltivare la maggiorana?

La maggiorana viene seminata da marzo in secchi e ricoperta a temperature comprese tra 15 e 18 °C. Per piantarlo nel terreno o trapiantarlo, dovrai aspettare fino a maggio. Nel terreno, assicurati di distanziare ogni pianta di 30 cm l’una dall’altra. In vaso, usa un terreno sabbioso.

Sarà necessario diradare le piantine man mano che la pianta si sviluppa in modo che possa raggiungere meglio la sua crescita. Nel frutteto o nell’orto il terreno deve essere ben drenato, leggero, fertile e asciutto. Sebbene tolleri abbastanza facilmente la siccità, la maggiorana non tollera il gelo. Pertanto, posizionalo in un luogo soleggiato e caldo.

La crescita della maggiorana è molto veloce. Puoi ritirarlo lo stesso mese o all’inizio di giugno.

Come prendersi cura della maggiorana?

Come detto prima, la maggiorana tollera bene la siccità, ma non il freddo o l’umidità. Sverna raramente, quindi il piede dovrà essere ben imbottito. Ma è meglio piantarlo in vaso durante l’inverno per proteggerlo dal freddo. L’irrigazione dovrebbe essere moderata, poiché l’acqua in eccesso la ucciderà facilmente.

L’aggiornamento non ha davvero bisogno di manutenzione. Tuttavia, è possibile piegare i fiocchi a fine giugno e inizio settembre per avere foglie più belle.

È meglio raccogliere le foglie al mattino, quando saranno più fresche. Puoi raccoglierli secondo necessità o asciugarli in una stanza fresca e ben ventilata. Il miglioramento può essere utilizzato in tutti i tipi di preparazioni: nei sughi a base di pomodoro, nelle pizze, nelle carni… Insomma, tutto quello che vuoi insaporire!

Crediti: Hans / Pixabay

Fonti: Gerbeaud, Lemonde

Articoli correlati:

Prezzemolo: tutto quello che c’è da sapere sulla semina, la semina, la coltivazione e la manutenzione

Stevia: come coltivare e utilizzare i benefici di questa erba dolce

Curcuma in vaso: come piantare, coltivare e raccogliere la curcuma

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.