Loto: come coltivare questa pianta acquatica?

Pianta molto presente in varie culture asiatiche, il loto è senza dubbio uno dei fiori più famosi al mondo. Tuttavia, è meno presente nei nostri giardini, a causa delle particolari condizioni che richiede per svilupparsi. Sappi che se hai uno stagno, hai le carte migliori in mano per far crescere un loto. Stiamo facendo delle prove?

Come evocare il loto senza ignorare cosa rappresenta questa pianta? La sua fama e importanza nei paesi asiatici pongono il loto allo stesso livello della rosa nei paesi europei poiché è onnipresente. Il loto è per esempio il simbolo di elevazione spirituale e perfezione. Spesso, quindi, questo fiore è associato alla creazione e alla spiritualità.

la posizione perfetta

Prima di tutto, ha bisogno di umidità, molta. il loto è felice corpi d’acqua tipo stagno o stagno, e dovrebbe essere immersa nell’acqua per svilupparsi. Se vivi in ​​una calda estate, questo è perfetto: il loto fiorisce grazie a tempo soleggiato e caldo.

Per quanto riguarda la profondità, la cosa più pratica è piantarla in un vaso sommerso, aa cinquanta centimetri sott’acqua (o più, fino a 2 metri). Le varietà di loto più piccole possono accontentarsi di una profondità di circa un piede, ma in questo caso è necessario raddoppiare orologio freddo.

Le condizioni per piantare il loto

Una volta scelta la posizione, è importante determinare il momento giusto per piantare il tuo loto. Sapendo che odia di più il freddo e il gelo, preferiremo metà primavera (l’acqua non deve essere troppo fresca). Quindi puoi approfittarne temperature estive.

Credito: Flickr/Allen Gathman

Per la semina effettiva, ottenere a pentola abbastanza grande cosa riempirai fondo dell’acqua. Evita di posizionare la pianta troppo vicino alla superficie, in modo che possa ancorarsi bene nel terreno. Per mantenere il terriccio in posizione, rimuovilo disco sopra.

Prendersi cura di questa pianta acquatica

Quindi non resta che immergere la pianta nella vasca o nello stagno, delicatamente in modo che il terreno assorba bene l’acqua. Per quanto riguarda la manutenzione, il loto richiede poca attenzione, tranne rimuovere foglie e fiori morti per mantenere un’immagine piacevole.

Il fiore di loto di solito non viene posto nell’acqua, supera diversi centimetri, il che consente di differenziarlo dalla ninfea. Possiamo approfittare del tuo magnifica fioritura per tutta l’estate.

L’arrivo dell’inverno segna la fine dei festeggiamenti del loto. Prima che le prime gelate rovinino la pianta, toglila dalla vasca per metterla protetto dal geloe sempre sott’acqua, ovviamente!

Articoli correlati:

Latta da giardino: come combattere le alghe verdi?

Terreno umido: 10 piante che adoreranno!

Papiro: consigli per piantare, coltivare e prendersi cura

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.