Lenticchie: come seminare, coltivare e raccogliere le lenticchie?

La coltivazione delle lenticchie in giardino non è molto diffusa, poiché è notoriamente piuttosto difficile. Tuttavia, le tecniche di coltivazione non sono così complicate, sono più la resa e il raccolto che sono piuttosto frustranti quando hai trascorso così tanto tempo ad amare la pianta. Inoltre, questo legume contiene buone qualità sia per la tua salute che per il terreno del tuo giardino. Infatti è noto per la sua ricchezza di ferro che gli permette di nutrire la terra e migliorare il suolo. Ti diamo tutti i buoni consigli per rendere la tua coltura di lenticchie il più efficace possibile! Scopri come seminare, coltivare e raccogliere le lenticchie in giardino.

Dove e quando coltivare le lenticchie?

Il momento ideale per coltivare le lenticchie è in primavera, quando i terreni iniziano a riscaldarsi. Pertanto, è possibile iniziare da marzo nelle regioni più calde.

Per le lenti, lo facciamo piantagione di tasche. Tutte le varietà (verde, rossa, bionda, rosa) seguono lo stesso processo di coltivazione. scegli un buon sito esposto al sole e ripulire il terreno da tutte le erbacce per evitare di esaurire le piante.

Come seminare le lenticchie?

Come accennato in precedenza, realizziamo piantine in tasche in una buca di 2 cm di profondità. Per fare questo, metti le tue piantine nelle tasche 35-40 cm in tutte le direzioni. Ogni busta conterrà circa 5-6 semi. Coprire con uno strato sottile di terriccio e annaffiare abbondantemente. Dopo la semina, l’emergenza è abbastanza veloce, circa 10 giorni.

Dopo l’emergenza, ricordarsi di compattare il terreno per prevenire la crescita di erbe infestanti.

Credito: Magone / iStock

Come coltivare e prendersi cura delle lenticchie?

Le lenticchie temono particolarmente le erbacce. Bisogna fare attenzione a comprimere regolarmente il terreno. Quando le piante raggiungono i 10-15 cm di altezza, è il momento di farlo Burro per favorire il radicamento. Se non le sollevi, le piante di lenticchie possono cadere a terra con tempo ventoso o piovoso.

A parte questi piccoli gesti, questi legumi non necessitano di particolari manutenzioni. La concimazione e l’irrigazione non sono necessarie, tranne quando fa caldo. In estate le annaffiature saranno quindi più regolari.

La raccolta delle lenticchie

Di solito si effettuano i raccolti nel mese di luglio e durano fino a metà settembre. Le lenticchie vengono raccolte poco prima della piena maturità quando sono state raccolte un colore giallo dorato. È necessario tagliare i piedi e lasciare asciugare le piante al sole per un’intera giornata. allora è necessario appenderli a testa in giù in luogo asciutto e ventilato e raccogliere i semi quando necessario colpendo i cespi. La resa è considerata bassa, poiché normalmente si ottengono 15 grammi di lenticchie per pianta.

Alla fine della raccolta, puoi rimuovere il resto delle piante, poiché questi legumi non ricrescono una seconda volta.

conservazione delle lenticchie

Le lenticchie si conservano meglio baccelli, quindi non eliminarli se non ti servono subito. Mettili in un barattolo ermetico in un luogo asciutto, non in frigorifero.

Articoli correlati:

Spinaci: semina, coltivazione e mantenimento

Rapa: semina, coltivazione, manutenzione e raccolta

Quali piante dovrebbero essere protette dal freddo e dal gelo durante l’inverno?

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.