Kumquat: come piantare, coltivare e raccogliere questo cespuglio

Il kumquat è un delizioso agrume che può essere coltivato in vaso. A differenza delle arance, il frutto si mangia con la buccia. Questo arancio in miniatura adornerà magnificamente una fioriera sulla terrazza, sul balcone o sul giardino. Naturalmente è anche possibile coltivarla indoor. La sua crescita è lenta e la sua resa piuttosto bassa, ma è un cespuglio di cui godrete a lungo. Il suo magnifico fogliame verde scuro, lucente e particolarmente resistente abbellirà qualsiasi spazio! La sua cultura richiede un po’ di pazienza, ma è comunque molto facile da ottenere. Segui questa guida passo passo per imparare a piantare, coltivare e raccogliere i tuoi kumquat!

1) Quando e dove piantare l’albero di kumquat?

Il kumquat viene piantato in primavera. Per quanto riguarda i suoi frutti, vengono raccolti in inverno. Nella maggior parte delle regioni della Spagna, viene piantato in vaso. Solo i settori conosciuti come l’arancio sono in grado di ricevere il kumquat nel terreno. Ciò quindi include principalmente le regioni mediterranee. Inoltre, il kumquat ama il sole, perché ha bisogno di molta luce per fiorire. Il substrato dovrebbe essere costituito da una miscela di terriccio, terriccio del giardino e sabbia. In una pentola, il terreno deve essere sempre ben drenato. In piena terra, avrai bisogno di terreno leggero e fresco.

2) Come piantare il kumquat?

piantare in vaso :

  • Scegli un grande vaso di terracotta con un foro sul fondo per evitare che le radici si impregnino nell’acqua.
  • Metti ciottoli di argilla o ghiaia sul fondo per 4 cm.
  • Aggiungi un mix di terriccio (+ terriccio e sabbia del giardino, ma facoltativo) e fertilizzante.
  • Metti il ​​​​tuo cespuglio nel mezzo e riempi il terreno.
  • Nastro con le dita attorno alla pianta.
  • Acqua.

Messa a dimora (valida solo per la regione mediterranea) :

Il terreno del tuo giardino dovrebbe essere leggero e ben drenato. Aggiungi un po’ di terriccio. Il cespuglio dovrebbe essere riparato dal vento, idealmente dietro un muro. Tuttavia, per prosperare dovrà essere in pieno sole. Si prega di notare che non è resistente a temperature inferiori a -8°C.

3) Il mantenimento del kumquat

Durante il periodo di crescita le innaffiature devono essere regolari, ma non eccessive per non affogare le radici. Puoi anche aggiungere fertilizzante per alberi da frutto ogni due settimane. Innaffia quando la superficie è leggermente asciutta. In inverno, l’irrigazione dovrebbe essere ridotta e resa molto debole. Innaffia solo quando il terreno si è completamente asciugato. È possibile aggiungere cenere di legno al suo piede in inverno, questo favorirà una migliore fruttificazione. È possibile rimuovere il kumquat da maggio quando il tempo si è riscaldato. Il kumquat viene trapiantato ogni 2-3 anni durante la primavera in un vaso con un diametro leggermente maggiore. La potatura non è una necessità, ma puoi riportare la pianta in equilibrio effettuando la potatura in primavera dopo la raccolta o il trapianto.

4) Raccogli il kumquat

Riconoscerai un kumquat maturo dal suo aspetto dai colori vivaci. Si consiglia comunque di lasciarlo sul ramo per qualche mese in più, perché più a lungo rimane, più dolce sarà il gusto. Dovranno essere raccolti mentre maturano, poiché i giovani frutti sono troppo amari per essere mangiati in quel modo. La vendemmia avviene da novembre a maggio. Ecco perché la pianta deve essere ben protetta per beneficiare dei frutti. Infatti il ​​cespuglio li perde quando fa troppo freddo.

Crediti: dimitrisvetsikas1969 / Pixabay

Fonte

Articoli correlati:

Fragola: come piantarla, coltivarla e raccoglierla

Agrumi: noccioli di scrofa di arancia, limone e altri frutti acidi

Limone: come piantare questo pungente albero da frutto?

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.