Giardino: 6 consigli per iniziare bene

Hai la fortuna di avere un orto o un piccolo appezzamento di terra da coltivare e vorresti avviare un orto? È difficile sapere da dove cominciare quando ti imbarchi in una sfida come questa per la prima volta. Ma niente panico, ecco 6 consigli da applicare per iniziare bene il tuo giardino!

1) La trama giusta per un orto

La prima domanda da porsi prima di iniziare è: qual è il posto giusto per allestire il proprio giardino? La maggior parte delle piante vegetali richiede un po’ di sole e calore. Pertanto, prediligere un’esposizione soleggiata a sud o ovest. Il terreno pianeggiante sarebbe l’ideale per comodità, ma è possibile coltivare su terreno in pendenza.

2) Il tipo di terreno

Prima di iniziare a piantare, scopri la natura del tuo terreno. In effetti, alcuni suoli hanno bisogno di essere modificati, perché la natura di base è troppo povera di nutrienti. L’eccesso di terreno argilloso soffoca le piante. I terreni argillosi sono i più facili da lavorare. Qui troverai 5 consigli per conoscere la natura del terreno nel tuo giardino.

3) pH del suolo

Conoscere il pH del tuo terreno è importante tanto quanto conoscerne la natura. Prendi un pezzo di terra e mettilo in una scatola ermetica. Versare l’acqua e agitare la scatola. Far scorrere una striscia reattiva (trovata nelle farmacie) e leggere il risultato.

Da 1 a 6,5: il terreno è acido

Da 6,5 ​​a 7,5: il terreno è neutro

7,5 a 14: il terreno è basico (alcalino, calcareo)

Credito: iStock / Andrea Obzerova

4) Scegli le tue piante da orto

Cosa troveresti nel giardino dei tuoi sogni? Dopo aver fatto un elenco di ciò che vorresti mangiare, scopri i tempi di semina e di semina. Ma anche nella posizione delle tue verdure. Infatti alcune verdure non sono fatte per crescere fianco a fianco e viceversa. Considera di fare una rotazione delle colture.

5) Fai una piantina del giardino

Per evitare il caos all’interno delle tue piantagioni, pensa a mettere su carta un piano del tuo futuro giardino. Prendi in considerazione la distanza tra ogni pianta, ad esempio, per sapere di quanta superficie avrai bisogno. Conoscere il periodo di raccolta ti farà anche sapere quando è disponibile un nuovo sito di impianto. Infine, tieni presente i requisiti di ogni pianta per raccogliere quelli che ha.

6) Preparazione del terreno

Ora mettiamoci al lavoro! Il terreno del tuo futuro giardino deve essere preparato per accogliere le tue future colture. Per fare questo, avrai prima bisogno di un po’ di olio di gomito per rimuovere eventuali pietre ed erbacce. Allentare il primo strato di terreno con una grelinette e livellare il terreno con un rastrello. Per terreni poveri, aggiungi del compost ben decomposto all’intero appezzamento. Nelle tue piantagioni!

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.