Garofano: tutti i consigli per la semina e la cura

Esistono molte varietà di garofani: spezie annuali, biennali o addirittura perenni. Parleremo di questi ultimi, perché sono quelli che si trovano nei garden center, ma anche nei fioristi. I garofani dolci e i garofani di roccia sono in grado di vivere per diversi anni. A seconda della varietà, fioriscono tra maggio e settembre. Fiore singolo o doppio, il garofano ti offrirà una vasta gamma di colori. Scopri tutti i nostri consigli per la semina e la manutenzione.

Dove e quando piantare i garofani?

A seconda di dove vivi, i garofani vengono piantati in momenti diversi. Sarà in primavera per le regioni più fredde, mentre per le regioni più calde sarà in autunno. In vaso si piantano quindi tra maggio e settembre in giardino. Richiedono terreno ben drenato, piuttosto ricco e dovrebbero essere poste in pieno sole.

Come piantare i garofani?

  • Scegli una trama ben esposta al sole.
  • Scava il terreno per rimuovere pietre ed erbacce.
  • Per migliorare il drenaggio (soprattutto in terreni pesanti), aggiungere ghiaia o sabbia.
  • Immergi i cubetti in un contenitore pieno d’acqua per inumidire le zolle prima di piantare.
  • Scavare una buca il doppio del volume del cubo (circa 20 cm in tutte le direzioni).
  • Portare concime per fiori in caso di terreno molto povero.
  • Metti la zolla al centro del buco e assicurati che la parte superiore sia uniforme con il livello del suolo.
  • Riempi il buco con il resto del terreno.
  • Coprire delicatamente e annaffiare abbondantemente.

È anche possibile piantare i garofani vaso o in fioriere aggiungendo una miscela di terriccio, compost e sabbia grossolana.

Crediti: jackmac34 / Pixabay

Come prendersi cura dei garofani?

Gli occhielli non richiedono molta manutenzione una volta installati correttamente. Acqua dapprima per favorire il radicamento, poi moderatamente. È necessario annaffiarli soprattutto nei periodi di siccità.

Di stimolare fiori, è assolutamente necessario Cancellare mentre i gambi dei fiori appassiscono. Per alcune varietà (fiorista o mignardise), potrebbe essere necessario tutore steli che a volte si piegano sotto il peso dei fiori.

Le asole sono ideali all’interno giardini rocciosi o pareti fiorite. Questi sono fiori allo stesso tempo decorativo e robusto poiché non temono alcuna malattia o attacco di parassiti.

Fonte

Articoli correlati:

Ibisco: punte, mantenimento, trapianto e fioritura

Cespugli originali: 10 cespugli con frutti decorativi per un giardino colorato

White Arum: come piantare, coltivare e prendersi cura dell’arum bianco

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.