Fico: consigli su piantagione, coltivazione, cura e raccolta

Il fico è un albero mediterraneo originario dei climi caldi. Ecco perché non è coltivato in Spagna, poiché non sopporta temperature inferiori a -10 °C. Il fico è un bellissimo albero ornamentale dal fogliame splendente le cui foglie possono misurare fino a 30 cm. La fruttificazione è adatta solo nelle regioni meridionali e sud-occidentali. All’esterno, è possibile considerare una serra, ma il risultato non sarà altrettanto efficace. Scopri come coltivare il fico.

Quando e come piantare il fico?

Questo albero non richiede alcun tipo di terreno per crescere bene. Ma un terreno preferibilmente drenante e caldo gli permetterà di crescere ancora e di essere più facile da mantenere. Il fico necessita di una buona esposizione al sole e di un clima caldo. Dovrebbe anche essere protetto dai venti freddi che si trovano durante l’inverno. Non esiste una data specifica per piantare un fico. Tuttavia, è meglio conservarlo in primavera con esposizione a sud. Aggiungi del compost ben decomposto e ciottoli o ciottoli di argilla sul fondo della buca per migliorare il drenaggio.

Come coltivare e mantenere il fico?

Per moltiplicare i fichi è necessario fare dei tagli durante l’estate con i rami di un altro fico. In un clima abbastanza caldo, sarà necessario annaffiare abbondantemente quando compariranno i primi frutti. Inoltre, una potatura adeguata è essenziale per dargli una buona ramificazione. Dovrebbe essere eseguito subito dopo l’inverno prima della comparsa dei primi germogli.

Il fico è meglio piantato nel terreno contro un muro abbastanza soleggiato. Tuttavia, andrà bene anche in vaso per vegetare su una terrazza o un balcone.

È un albero che può prendere diversi tipi di malattie come il mosaico, il marciume grigio o la malattia dei coralli. Ma il più comune è ancora l’attacco della torta di fichi e della mosca del fico nero, che sono i parassiti che più colpiscono l’albero.

Credito: Jurgal / iStock

La raccolta dei fichi

Il fico del fico non matura più una volta raccolto. Pertanto, va raccolto a maturità, cioè quando è piuttosto flessibile, colorato e si distingue bene. Anche la frutta va mangiata velocemente. Il fico infatti si conserva in frigorifero solo per due giorni. È un alimento che può essere consumato in diversi modi: crudo, in marmellata, cotto, arrosto in accompagnamento al pollame o anche essiccato.

Articoli correlati:

Nespres: piantare, curare e raccogliere le nespole

Mirabellier: come avere delle belle prugne mirabelle nel tuo giardino

Pesco e nettarina: tutto quello che c’è da sapere su questi alberi da frutto

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.