Falena del bosso: come combattere questo parassita?

La falena del bosso è arrivata in Spagna nel 2008. Questo bruco, che attacca solo le foglie di bosso per nutrirsi, è originario dell’Asia. Provoca danni molto grandi all’albero e può distruggere un intero campo. Scopri i trattamenti efficaci per sbarazzartene.

Sintomi

Nella sua forma larvale, la falena è molto difficile da individuare e riconoscere. Quando invece diventa adulto e, quindi, bruco, il suo verde caratteristico lo rende facilmente riconoscibile tra i bossi.

Questo insetto dal suono verde ha a testa nera con righe verde scuro. Suo non pericoloso per l’uomo e non sta cliccando. Pertanto, è possibile toccarlo, ma anche rimuoverlo a mano senza bisogno di protezione.

Nella sua forma a farfalla, la falena diventa bianca e marrone. Le farfalle volano spesso vicino ai bossi di notte.

Se hai delle arnie sui tuoi bossi, non esitare a dirlo alle case vicine, perché infestano molto rapidamente tutti i bossi circostanti. La falena del bosso depone le uova più volte all’anno. Ecco perché è necessario essere vigili tutto l’anno ed eliminare ogni nuova traccia di questi bruchi.

Crediti: Sinousxl / Pixabay

Trattamenti

Non appena noti bruchi di falena sul tuo bosso, il tuo primo istinto è di farlo rimuoverli a mano. Meno il bosso è infestato dai bruchi, più efficace sarà la lotta. Naturalmente, questa non è l’unica opzione e di per sé non sarebbe sufficiente. Ma ci sono diverse possibilità per superarlo.

Scegli il tuo predatore naturaleil buxus tricot, una piccolissima vespa che metterai in contatto con la falena larvale. Gli studi hanno dimostrato che questa tecnica sarebbe efficace in piccole aree. Sono in corso altri esperimenti per migliorare le tecniche in aree più ampie.

farfalla falena bosso
Crediti: Didgeman/Pixabay

Alcuni prodotti per la falena del bosso possono essere utilizzati anche tutto l’anno per la prevenzione. il Bacillus thuringiensis È un prodotto da spruzzare direttamente sul bosso. Questo trattamento è il più efficace e il meno dannoso per l’ambiente. Il processo dovrà essere ripetuto ogni mese fino alla fine dell’autunno.

Certo, ci sono insetticidi o killer di bruchi, ma non è raccomandato per le sue proprietà tossiche per l’ambiente. Questi prodotti uccidono altre specie importanti dell’ecosistema del giardino. Hanno anche un cattivo impatto sulle api e altri insetti utili.

Fonte

Articoli correlati:

Bruchi: trattamenti naturali ed efficaci per tenerli lontani dal giardino

Formiche: cosa fare in caso di colonizzazione in giardino o in casa?

Falena mela e pera: come combattere il verme della frutta?

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.