Davallia: coltivazione della felce zampa di coniglio

La felce di Davallia è anche chiamata zampa di coniglio o felce di ragno per via dei rizomi che la compongono. Questi ultimi sono striscianti, particolarmente pelosi e di colore marrone o grigio. In natura, la felce del piede del coniglio cresce solitamente nelle cavità degli alberi. In effetti, i Davallia sono specie epifite, cioè non hanno bisogno di essere soprattutto a terra. Le foglie, dette fronde, sono molto verdi e misurano tra i 30 ei 60 centimetri. Scopri come coltivare Davallia, la felce zampa di coniglio.

Quando e come viene coltivata la felce a zampa di coniglio?

È meglio piantare Davallia durante cade, ma può essere piantato anche in primavera. Per quanto riguarda la posizione, se la felce risiede all’interno può essere coltivata in vaso su un piatto pieno di pietre e corteccia. È anche una pianta che andrà molto bene in sospensione.

Durante l’inverno, in appartamento o in terrazza, la Davallia manterrà le sue foglie molto verdi se la temperatura è costante. La pianta deve essere ben esposta nel leggero e piuttosto caldo. La temperatura ideale è tra 15 e 25°C.

Credito: mansum008 / iStock

Manutenzione della Davallia

La felce del piede di coniglio non richiede un trattamento specifico. L’unico punto di attenzione è la temperatura, che di certo non dovrebbe scendere sotto i 13 °C. Evita anche la vicinanza alle finestre quando fa freddo, questo lo farà giallo le sue fronde.

L’irrigazione deve essere regolare e preferibilmente con acqua a basso contenuto di calcare. Abbiate cura, però, di innaffiare solo il terriccio e non i rizomi, perché rischiano marcire. Tra marzo e settembre, annaffio due volte a settimana capillarità È abbastanza. Durante il resto dell’anno, l’irrigazione è ridotta a due volte al mese.

Ricordarsi di svuotare la pentola in caso di ristagno d’acqua. Inoltre, se la pianta è al chiuso e fa molto caldo, è possibile inumidirne le foglie con un flacone spray.

il trapianto Viene eseguito ogni 4 o 5 anni quando necessario.

Parassiti e potenziali malattie

Piuttosto resistente ai parassitiTuttavia, questa felce può soffrire di muffe che causeranno una colorazione rossastra delle fronde e la pianta si seccherà gradualmente. Le cochine possono attaccarlo come molte altre piante d’appartamento. Sono identificati da ciuffi bianchi sul fogliame e indeboliscono la pianta succhiando la linfa.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.