Curcuma in vaso: come piantare, coltivare e raccogliere la curcuma

Sogni di coltivare la tua specie? Allora che ne dici di avviare una piantagione di curcuma (chiamata anche zafferano indiano)? Questa pianta dai poteri antisettici e dai mille benefici è perfettamente coltivabile in vaso. Che sia in giardino o sul balcone, la curcuma cresce molto bene per il giardiniere che sei. Possedere la propria curcuma è un grande lusso a disposizione di tutti! La sua cultura richiede un po’ di pazienza, ma è comunque molto facile da ottenere. Segui questa guida passo passo per imparare a piantare, coltivare e raccogliere la curcuma.

1) Quando e dove piantare la curcuma?

La curcuma può essere piantata tra febbraio e maggio. Piuttosto resistente, la specie può resistere a temperature negative fino a -15 °C. In una pentola, avrai bisogno di un terriccio di qualità speciale. La luce è essenziale anche se indiretta. Infine, non dimenticare di drenare bene il supporto.

2) Come piantare la curcuma?

Per prima cosa, dovrai procurarti dei rizomi sani. Li troverai nella maggior parte dei negozi di prodotti biologici.

  • Metti i tuoi rizomi sani in una tazza con una piccolissima quantità d’acqua. Posizionare il piatto vicino a una fonte di calore.
  • Osserva attentamente, perché l’acqua non dovrebbe mancare, ma nemmeno troppa, perché la putrefazione può verificarsi molto rapidamente. Mantenere la temperatura a 20°C.
  • Lasciare i rizomi in questa posizione per alcuni giorni fino alla comparsa delle radici.
  • Scegli una pentola con un buco sul fondo. Aggiungi palline di argilla per il drenaggio sul fondo.
  • Riempi il vaso con terriccio e pianta la curcuma i cui germogli hanno già raggiunto alcuni centimetri.
  • Innaffia regolarmente, ma non esagerare!

3) Manutenzione delle piante di curcuma

Quando compaiono i germogli veri, metti tutto in un vaso più grande (o anche in giardino da metà maggio). Durante il suo periodo di dormienza (tra ottobre e dicembre), il minimo eccesso d’acqua, anche minimo, farà marcire la pianta. In questo caso è meglio togliere il rizoma e tenerlo asciutto, per poi piantarlo l’anno successivo direttamente in giardino.

Dalla primavera alla fine dell’estate, annaffiare regolarmente, ma con molta parsimonia. Il test deve essere posizionato in ombra parziale. Le cure devono essere regolari, poiché alla minima interruzione della crescita, la specie morirà.

4) Raccolta della curcuma

Raccoglierai la curcuma in autunno. Puoi conservarlo per diversi mesi interi. Assicurati solo di mantenere le colture asciutte, al riparo dall’aria e dalla luce. Tutto quello che devi fare è cancellare la tua curcuma per goderti dei deliziosi piatti profumati. Anche la curcuma può fiorire!

Crediti: BARBARA808 / Pixabay

Fonte

Articoli correlati:

Insonnia: 6 piante per addormentarsi naturalmente e facilmente

Poi di chia: un alleato per dimagrire già conosciuto dai Maya

Cannella: 7 benefici e virtù per la salute

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.