Con questi 4 consigli è possibile consumare meno acqua in giardino!

L’acqua è una risorsa preziosa, quindi sprecarla è fuori questione! Tuttavia, per far prosperare le piante da giardino, hanno bisogno di acqua… molta acqua. E più grande è il giardino, più grande e necessaria è la flora. Quando arriva il bel tempo e soprattutto quando si vive in regioni calde dove la pioggia è rara, è necessario iniziare a nutrire l’orto. Ma per evitare sprechi, ci sono dei consigli per ridurre il consumo di acqua. Ecco 4 semplicissimi consigli per fare un buon gesto ecologico.

1) Acqua al momento giusto

Il momento migliore per innaffiare il giardino è la sera, quando il sole tramonta. Quindi la terra è più fresca e il clima è più mite. In quel momento, il rischio di evaporazione dell’acqua è ridotto. Irrigare a metà pomeriggio di agosto non sarebbe di alcun interesse. Inoltre, un sistema a goccia sarebbe l’ideale per evitare di sprecare nuovamente acqua. Innaffia solo ciò che è necessario. L’irrigazione a fine giornata aiuta anche a limitare la comparsa di alcune malattie come l’oidio o l’oidio. Anche farlo la mattina presto può essere un’alternativa.

2) Sapere come mantenere l’umidità

Se decidi di annaffiare le tue piante all’alba, devi essere in grado di mantenere l’umidità durante il giorno. Per questo è necessaria la pacciamatura ai piedi delle piante. Dopo aver ricoperto il terreno con pacciame, puoi installare un sistema di gocciolamento sulla parte superiore. C’è molto materiale per la pacciamatura. La paglia è la migliore, ma puoi anche usare foglie morte, erba tagliata o legno scheggiato.

crediti: javallma / Pixabay

3) Raccogliere acqua (e non solo pioggia)

Se lo spazio del tuo giardino lo consente, è una buona idea investire in un raccoglitore di acqua piovana. Ma ci sono altre fonti d’acqua a cui non pensi necessariamente, come l’acqua del bagno se usi prodotti naturali come il sapone di Marsiglia a piccole dosi. Inoltre, puoi anche recuperare l’acqua che usi per pulire frutta, verdura e insalate o acqua di cottura refrigerata non salata. Infine, c’è l’acqua della doccia. Devi solo aspettare che sia alla giusta temperatura!

4) Scegli le tue piante con saggezza

Alcune varietà di piante richiedono pochissima acqua! Certo, non ti viene chiesto di creare un campo di cactus, ma di favorire piante locali che amano il clima attuale. Inoltre, alcune erbe richiedono meno acqua di altre e favoriscono piante perenni e annuali.

Fonte

Articoli correlati:

Cannella: 5 ottimi modi per usarla nel tuo giardino

Giardiniere principiante: 10 errori del principiante in giardino e frutteto

Roser: come tagliare un cespuglio di rose?

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.