Come piantare e mantenere una magnolia?

Fiori dai colori accesi che emanano un profumo delicato, di facile manutenzione, perfetti per piccoli (e grandi) giardini… La magnolia ha tutto per sedurre poiché unisce ciò che più apprezziamo delle piante! Bello da vedere e da piantare, questo alberello è davvero perfetto per portare un po’ di poesia in luoghi che già si prestano. Ecco come prendersi cura di una magnolia.

presentazione della magnolia

Prima importato in Europa da Paesi asiatici e americani, questo piccolo albero, a volte considerato un arbusto, troverà molto presto il suo posto nei giardini. Ci sono circa un centinaio di varietà e la più famosa è senza dubbio La magnolia di Soulangecon i suoi fiori rosa e bianchi fragranza Bello.

In questo senso, la magnolia sta sviluppando il suo bellissimi fiori Dalla primavera alla metà dell’estate, i colori vanno dal bianco più brillante al rosa delicato, attraverso toni più profondi o addirittura gialli. Tante sfumature che, oltre ad essere piacevoli alla vista, attirare gli insetti impollinatori. Scatola piena per questo cespuglio!

piantare questo piccolo albero

La prima cosa da considerare è il terreno, perché la magnolia prospera in un terreno fresco. Da lì, può resistere alle alte temperature, così come alle gelate invernali, fino a -25°C! Di conseguenza, l’esposizione ideale è in ombra parziale o al sole, al riparo dal vento. La loro dimensione li rende fragili se esposti.

Credito: iStock/bartoshd

La semina è idealmente fatta in Aprile, o in autunno se vivi in ​​una zona con clima secco. In questo modo la prima estate non sarà troppo dura per la magnolia che avrà avuto tempo. per stabilire le sue radici. Cammina bene dopo la semina per garantire terreno fresco. è abbastanza resistente alle malattie e ai parassitinon resta che lasciare che la natura faccia le sue cose!

Manutenzione giornaliera

Strumento un pacciame per mantenere fresca la terra e così via proteggere le radici siccità e un gesto molto bello. Se vivi in ​​una zona asciutta, assicurati che sia sempre asciutta ben annaffiato per mantenere fresca la terra – circa una volta alla settimana. Questo vale anche per i periodi più intensi dell’estate.

Nei primi anni dopo la semina, se lo si desidera, si può potare dargli una forma specifica o se alcuni rami ti danno fastidio. Altrimenti va molto bene e nessuna taglia necessaria una volta raggiunta la taglia adulta. Sarà sufficiente sbarazzarsi dei rami secchi.

Articoli correlati:

Linguaggio dei fiori: quali fiori offrire e per quale occasione?

Esposizione nord, sud, est o ovest: cosa piantare in casa?

Hai un piccolo giardino? Questi 10 alberi saranno perfetti!

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.