Coccinelle asiatiche: quali sono i pericoli?

Le invasioni di coleotteri asiatici avvengono principalmente all’inizio dell’inverno. Pertanto, quando la temperatura scende, questi insetti tendono a rimanere nelle nostre case. La domanda è: sono pericolosi per l’uomo o per i suoi raccolti? In effetti, le coccinelle asiatiche sono molto diverse da quelle europee che conosciamo. Avvicinati a questo insetto come nessun altro.

Sviluppo in Europa

Lo scarabeo asiatico è stato importato volontariamente nel 1980 in Europa e negli Stati Uniti. L’obiettivo era controllare efficacemente gli afidi in un modo più ecologico ed economico. Va detto che in età adulta la coccinella asiatica mangia l’equivalente di 90-270 afidi al giorno. Depone anche circa 2.500 larve durante la sua intera vita, che è di tre anni. Tuttavia, nel 2003 è arrivato più clandestinamente attraverso il Belgio. Da allora, l’azienda che le vendeva come insetticida ha dovuto interrompere il commercio di questa specie di coccinella.

Le caratteristiche della coccinella asiatica

La coccinella asiatica è abbastanza difficile da riconoscere tra tutte le specie esistenti. Sono meglio riconosciuti dal numero di punti. Infatti, la coccinella asiatica ha tra zero e diciannove punti neri o rossi e misura tra 5 e 7 mm, il che la rende il più grande del mondo.

Credito: jax10289 / iStock

Le coccinelle asiatiche sono pericolose?

Per le altre coccinelle è un nemico formidabile, perché si ciba non solo delle uova di altri insetti, ma anche di quelle delle coccinelle locali. Ma si nutre anche di afidi e squame, il che lo rende benefico per il giardino. La coccinella asiatica ha parassiti nelle sue uova, quindi possono uccidere altri insetti se li ingeriscono.

Per l’uomo, niente spettacolo nessun rischio significativo. Le tossine che rilascia causano in alcuni casi allergie. Le feci forniscono cattivi odori, ma nulla di pericoloso per l’uomo. L’unico problema sorge quando in autunno migliaia di persone vengono invitate sui muri degli edifici per trovare un varco dove ripararsi e svernare al caldo. Ecco perché in inverno ne troviamo molti in casa nostra.

Come rimuoverlo?

Andando in letargo nelle case, le coccinelle asiatiche non solo causano allergie, ma anche degradano anche le pareti e le tende. Il modo più semplice per smaltirli è raccoglierli in un sacchetto capiente o passarli con l’aspirapolvere e mettere il sacchetto nel congelatore. Entro 24 ore saranno morti. Basta gettare il sacchetto nella spazzatura o usare le coccinelle morte per compostare.

Articoli correlati:

Come combattere i coleotteri naturalmente in giardino

Oidio: come prevenire e curare questa malattia crittogamica?

Asino nero al pomodoro: come trattarlo e distinguerlo dall’Alternaria?

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.