Cardo blu: piantare, crescere e prendersi cura

Il cardo blu è una pianta perenne facilmente riconoscibile per forma e colore. Infatti, il suo aspetto a palla spinosa e il blu argenteo lo rendono facile da individuare tra i fiori di campo durante la stagione estiva. Lo stelo può misurare fino a 1 m e sostiene queste palline di 4 cm di diametro formate da piccoli fiori tubolari che sembrano stelle. Ecco tutti i nostri consigli per coltivare il cardo blu.

Dove, quando e come coltivare il cardo blu?

Per una bella fioritura estiva, il momento ideale per piantare il cardo blu è in autunno. Per mantenere il suo effetto selvaggio, coltivalo nel mezzo di un gruppo. Prepara un mix di terriccio da giardino e terriccio. Il terreno può essere asciutto, roccioso e persino calcareo. L’unico criterio da tenere a mente è che il terreno deve essere ben drenato. Inoltre, il cardo azzurro apprezza una posizione molto soleggiata o alquanto ombreggiata.

Distanzia ogni pianta a 30 cm di distanza. Se acquisti le tue piante in vaso, è possibile piantarle in primavera o in estate, poiché saranno già in fiore.

Credito: Harald Biebel / iStock

L’intervista

Il vantaggio del cardo è che non richiede cure particolari. Una volta stabilita, questa pianta selvatica prospera molto bene da sola. Tuttavia, come ogni buon giardiniere degno di questo nome, ci piace essere gelosi. Quindi puoi rimuovere le fioriture sbiadite mentre procedi, ma anche picchettare le fioriture con steli molto grandi per prevenire la rottura del vento.

In caso di siccità prolungata durante l’estate, annaffiare regolarmente e preferibilmente a fine giornata.

Buono a sapersi:

Fai attenzione, il fogliame del cardo blu affonda. Quindi prendi le tue precauzioni indossando guanti da giardinaggio prima di maneggiare la pianta.

Puoi salvare i cardi blu per creare un mazzo di fiori secchi o semplicemente metterli in un vaso pieno d’acqua.

cardo blu
Credito: kruwt / iStock

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.