Basilico: coltivazione di successo passo dopo passo

La coltivazione del basilico è alla portata di tutti! Il basilico è una pianta aromatica molto utilizzata nella cucina italiana e più in generale nella cucina mediterranea. Solitamente molto produttivo, si congela molto bene. Inoltre, questa erba evoca l’estate, il sud e le insalate ben condite! Ti guidiamo passo dopo passo per coltivare con successo il tuo basilico.

1) Piantare all’aperto

Ci sono due modi per coltivare il basilico: in una pentola o per seme (così). In ogni caso questa erba ha bisogno di sole, quindi è meglio aspettare la fine di aprile per seminarla.

  • Scegli un terreno ben drenato, ricco di sostanza organica ed elementi minerali. Aggiungi letame.
  • Semina i piccoli semi di basilico nero molto ordinatamente.
  • Copri solo 1/2 cm.
  • Spazio ogni pianta 50 cm tra di loro.
  • Innaffia regolarmente, ma non troppo per non affogare la pianta. Il terreno deve avere il tempo di asciugarsi tra due annaffiature.

2) Pianta in prova

Se la semina viene eseguita al chiuso, non c’è davvero alcun periodo di semina. Soprattutto necessita di luce e di una temperatura superiore ai 15 °C.

  • Esponi la pentola al pieno sole
  • Riempire il vaso 2/3 con terriccio universale e riempire con terriccio per semenzai e talee superiori a 3 cm.
  • Semina i piccoli semi neri molto chiaramente.
  • Coprire solo 1/2 cm con il composto di piantagione e premere verso il basso.
  • Acqua regolarmente, ma non eccessivamente. È meglio sub-irrigare mettendo l’acqua nella tazza.

Il piccolo +: Coprire la pentola con pellicola per alimenti per mantenere acceso il fuoco fino allo scoppio.

3) Mantieni il basilico dopo l’emergenza

L’aspetto è molto veloce: dopo 10 giorni usciranno piccole foglie, ma non saranno commestibili. Dopo un mese, le foglie saranno ben sviluppate e potranno essere cotte. È meglio pizzicare la nuova crescita piuttosto che tagliarla con le forbici. Fallo quando la pianta ha raggiunto i 10 cm per incoraggiare nuovi germogli.

Crediti: congerdesign / Pixabay

4) Raccogliete e raccogliete il basilico

Per il basilico da giardino, la raccolta viene effettuata in primavera e in estate. Scegliete preferibilmente le foglie più importanti tagliando l’intero stelo. Non esitare a potare spesso il basilico, perché più tagli, più favorirà una nuova crescita. Scegli il tuo basilico appena prima del pasto per mantenere tutta la sua freschezza e il meglio del suo aroma!

5) Come conservare il basilico?

In cucina è più facile utilizzare il basilico essiccato, ma questa tecnica è difficile da realizzare e parte dell’aroma si perde. È meglio congelare le foglie in vaschette per cubetti di ghiaccio riempite con acqua o olio d’oliva per insaporire.

Fonti : Pianta aromatica, rustico, giardinaggio intelligente

Articoli correlati:

10 consigli con basilico per essere più sani

10 consigli sulle erbe fresche semplicemente da morire

5 impianti di base che sono buoni da avere a casa

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.