All de Rocambole: consigli per la semina, la cura e la raccolta

L’aglio Rocambole è una pianta rustica dai sapori squisiti. È in qualche modo diverso dall’aglio normale, poiché tutte le parti della pianta (bulbi, foglie e bulbi) vengono mangiate. Questo aglio perpetuo non ha bisogno di essere scavato o rinvasato. I suoi bulbi crescono sopra gli steli e sono di colore viola, che è ciò che rende la pianta così adorabile. Troverà perfettamente il suo posto in giardino. Scopri come coltivare l’aglio Rocambole.

Dove e quando piantare l’aglio Rocambole?

Il momento ideale per piantare l’aglio Rocambole è nel cade (settembre-ottobre) o alla fine dell’inverno verso l’inizio di marzo.

deve essere installato in pieno giorno e ha bisogno di calore per una buona crescita. Non è difficile in termini di tipo di terreno poiché supporta qualsiasi pH. Tuttavia, la terra deve esserlo ricco e sciolto.

Come piantare l’aglio Rocambole?

Prima di piantare questo bulbo vegetale, il terreno del giardino deve essere ben lavorato e preparato:

  • Con una forchetta o una pala, girare il terreno a una profondità superiore a 20 cm.
  • Non aggiungere compost durante la semina, marcirà le radici. Il letame biologico deve essere incorporato un anno prima della semina. È preferibile, quindi, svolgere quest’ultimo su un terreno già modificato, anziché su una cultura antica ad esempio.

La piantagione:

  • Inizia facendo delle creste alte 10 cm.
  • Sopra questi cumuli, posiziona le unghie (bulbi) in alto, ogni 10-15 cm. Premi leggermente con la mano.

Questa tecnica di impianto consentirà evitare l’acqua stagnante sui piedi piante e quindi eventuale marciume.

Buono a sapersi: La piantagione può essere fatta con i bulbilli, ma è più laboriosa. In effetti, la formazione del baccello non avverrà fino a un anno dopo.

Credito: Tom Meaker/iStock

L’intervista

Una volta installato con successo, L’aglio di Rocambole non richiede molta manutenzione. È possibile annaffiarlo in caso di siccità prolungata, ma per il resto sopporta tutte le variazioni di temperatura. La sua resistenza è forteÈ una pianta robusta. Tuttavia, è importante non annaffiare appena prima del raccolto!

L’aglio Rocambole non è suscettibile alle malattie, perché i parassiti non sono interessati.

Raccogliere, conservare e cuocere l’aglio Rocambole

La vendemmia avviene di norma nel mese di agosto. Quando le foglie ingialliscono, utilizzare una forchetta e una pala e sollevare leggermente il piede, senza ferire il bulbo, per permettere all’aglio di iniziare a maturare. Cosi quando tutto il fogliame è giallo e seccopuoi raccogliere i loro baccelli. asciugarli al sole per qualche giorno. Quindi è sufficiente conservarli in uno spazio asciutto e ventilato.

Come l’aglio comune o l’aglio selvatico, l’aglio rocambole è usato come condimento. Esalterà i piatti e darà loro un sapore unico. Quanto a lampadinesi mangiano come cipolla bianca: confettura in aceto o semplicemente in insalata.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.