3 motivi per consumare frutta e verdura di stagione!

Lo sentiamo abbastanza spesso, si consiglia di consumare frutta e verdura di stagione. Infatti, questo modo di consumare non può che essere benefico per il nostro corpo, la nostra salute, ma anche il nostro pianeta. E non parliamo del gusto che non può che essere migliore! Ecco 3 motivi per mangiare frutta e verdura di stagione!

1) Benefici nutrizionali

La natura è ben fatta e ce lo mostra. In effetti, le esigenze del corpo sono diverse in ogni stagione. Ad esempio, in inverno abbiamo bisogno di più vitamina C e altri nutrienti per affrontare il freddo e le malattie invernali. Ed è proprio in inverno che ne troviamo di più ricco di minerali come porri, spinaci o cavoli, ma anche agrumi come clementine, pompelmi o mandarini ad alto contenuto di vitamina C.

In estate, il nostro corpo richiede di più idratazione. E avete indovinato, troviamo frutta e verdura piena d’acqua durante la stagione estiva come angurie, pomodori, meloni o zucchine. Inoltre, il corpo brucia meno calorie quando fa caldo, quindi questi frutti e verdure solari sono a basso contenuto calorico.

Inoltre, come accennato in precedenza, la frutta e la verdura di stagione avranno solo un sapore migliore, poiché saranno maturate tranquillamente al sole. Inoltre, avranno conservato tutti i loro benefici nutrizionali. Pertanto, il consumo stagionale dovrebbe essere evidente.

2) Cortocircuiti

Come sappiamo, le colture in serra sono molto dannose per il pianeta. Quindi dai la preferenza a prodotti locali guardando attentamente l’origine della frutta e della verdura che acquisti. Più sono stati coltivati ​​nella tua casa, più puoi garantire una buona stagionalità e limitare la loro impronta di carbonio. Non esitate a recarvi presso negozi ecologici, cooperative o recarvi direttamente al produttore ! Invece, evita i supermercati con etichette dubbie e gestisci piccoli commercianti.

Credito: adisa / iStock

3) Fai un gesto per l’ambiente

L’impatto del carbonio generato dal trasporto merci è enorme e costituisce un vero disastro per l’ambiente. Tuttavia, la frutta e la verdura vengono molto spesso importate in aereo o in nave prima di continuare il loro viaggio su camion. A questo, ovviamente, vanno aggiunti gli impianti di refrigerazione e condizionamento legati ai trasporti.

Tuttavia, prima della consegna, non dimentichiamo che molti prodotti chimici sono previsti su frutta e verdura fuori stagione, sia coltivata in Spagna che all’estero, per evitare che marciscano. A questo si aggiungono fertilizzanti chimici e pesticidi per soddisfare le esigenze di una cultura industrializzata. Tutto questo è estremamente dannoso per l’ambiente. La biodiversità soffre e soprattutto la apioh così essenziale per la nostra sopravvivenza!

E poi non dimentichiamo la confezione sottostante plastica dove ogni arancia è confezionata singolarmente come si vede in alcuni grandi scatoloni. Questo è un surplus di rifiuti di cui il pianeta sarebbe fatto senza.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.