12 cose da non fare presto in giardino quando arriva la primavera

Quando arriva la primavera, abbiamo subito voglia di tornare a fare giardinaggio! Infatti è in estate che il giardino lentamente si risveglia per offrire nuove fioriture, migliaia di piantine e raccolti abbondanti. E proprio come la primavera, che dedica tutto il suo tempo a riscaldare l’atmosfera e, quindi, la terra, anche tu dovrai evitare di correre con il rischio di vedere il tuo lavoro ridotto a zero. Ecco 12 cose da non fare troppo presto quando arriva la primavera.

1) Piantare troppo presto

Con l’arrivo della primavera, tendiamo a voler andare troppo veloci piantando troppo presto. Tuttavia, il gelo può ancora arrivare fino a metà maggio e questo può essere fatale per le tue piante. Infatti, in piena crescita, non resisteranno al freddo.

2) Potare troppo presto

Anche se non vedi l’ora di pulire il tuo giardino e potare tutti i brutti rami che non sono sopravvissuti all’inverno, è meglio essere pazienti. In effetti, prima della potatura, lascia che la nuova crescita si stabilizzi per vedere come appariranno i tuoi raccolti e fiori futuri.

3) Moltiplicazione

Vogliamo sempre più fiori e piante, soprattutto in primavera! La propagazione per talea è un buon metodo per raggiungere questo obiettivo. Si consiglia comunque di aspettare che il clima si scaldi, soprattutto per prevedere il posto che la pianta occuperà nel giardino rispetto ai suoi congeneri.

4) Rimuovere le protezioni invernali

Nonostante i brevi periodi di caldo, è importante non rimuovere la protezione invernale troppo presto. Al contrario, non devono essere lasciati nemmeno troppo a lungo, poiché possono generare calore in eccesso e le piante andranno perse.

Credito: neko92vl / iStock

5) Pianta alberi a foglie caduche

La bella stagione permette di ospitare la maggior parte delle piante. Eppure alcuni tipi di arbusti, soprattutto quelli decidui, sono meglio piantati in autunno, perché hanno bisogno di radicare prima di rimuovere le foglie.

6) Dimenticarsi di prendersi cura dei propri attrezzi

Anche se hai protetto i tuoi strumenti durante l’inverno, una pulizia non li danneggerà. Igienizzare per prevenire la diffusione di malattie del giardino.

7) Fertilizzare eccessivamente il terreno

Le piante si riforniscono naturalmente di fertilizzanti e lo fanno dall’autunno precedente. Il fertilizzante va dosato con moderazione per il rischio di bruciare il fogliame. Fertilizzare il terreno preferibilmente dopo la fioritura.

fertilizzante naturale
Credito: N-sky / iStock

8) Acqua al tramonto

È importante annaffiare regolarmente le piante in crescita, soprattutto all’inizio della primavera. Per fare questo, annaffia piuttosto al mattino, perché le notti sono ancora troppo fresche.

9) Avere i letti quando il terreno è bagnato

Prima di prendersi cura delle aiuole, attendere che il terreno sia completamente asciutto dopo i danni invernali e la neve. Altrimenti rischi di danneggiare le radici.

10) Realizza le tue piantagioni di fronte agli Ice Saints

Fai attenzione ai primi raggi di sole che ti fanno venire voglia di piantare le tue prime piante! Tra marzo e metà maggio le gelate sono sempre in arrivo e possono rivelarsi fatali per le piante. Pertanto, non è consigliabile effettuare le piantagioni prima del 15 maggio. Per seminare sul sito, è meglio attendere il passaggio degli Ice Saints.

11) Segui il prato

Prima di rastrellare il prato, è meglio aspettare che il terreno si asciughi. Infatti, con l’inverno il terreno è avvolto. Ora, raschiare un prato pieno d’acqua ha l’effetto di rendere il terreno più compatto e, quindi, di rinverdirlo preservando le erbacce.

seminare erba
Crediti: image4you / Pixabay

12) Piega i fogli

Alcuni fiori a bulbo occupano molto spazio nel giardino a causa del loro fogliame. Tuttavia, è meglio aspettare un po’ di più prima di tagliare se vuoi vedere fiorire i tuoi bulbi.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.